Sono ricomparsi ad Arco le gigantografie di Segantini sistemate in maniera molto ma molto più appropriata di quella dell’anno scorso. Semplici cavalletti in legno sostengono i pannelli giganti rappresentanti alcune delle opere di Giovanni. Una bella cornice. E una bella e semplice mostra su Segantini ospitata a Palazzo Panni è la giusta cornice. Ma perché i cittadini di Arco devono pagare? Sul Castello non pagano.
Io ho accompagnato 12 persone in 6 diverse volte e ho pagato sempre. Naturalmente qui è d’uopo dire ” non è per i soldi” ed è vero ma se non avessi pagato mi sarei sentito un ambasciatore della mia città che, orgoglioso dei suoi concittadini, li fa conoscere in maniera diversa agli ospiti.

Meditate gente, meditate.