Sarà vero?

Il comune compra quadri di Segantini.
E il comune di Riva registra www.giuseppesegantini.it………Non ho parole.

Speriamo che ai soliti proclami politici seguano i fatti. Sarebbe una novità se prima si facesse e poi si proclamasse. Forza assessore che ce la facciamo, forse.
Comunque un’occasione da non perdere per quel costo. Staremo a vedere anche i quadri oggetto dell’eventuale acquisto (perché il prezzo dei quadri mi pare all’altezza di un Chiarani, Leoni, Alberti, ecc. ecc.) e i furbi sono sempre in agguato.

 

Finalmente

Sono ricomparsi ad Arco le gigantografie di Segantini sistemate in maniera molto ma molto più appropriata di quella dell’anno scorso. Semplici cavalletti in legno sostengono i pannelli giganti rappresentanti alcune delle opere di Giovanni. Una bella cornice. E una bella e semplice mostra su Segantini ospitata a Palazzo Panni è la giusta cornice. Ma perché i cittadini di Arco devono pagare? Sul Castello non pagano.
Io ho accompagnato 12 persone in 6 diverse volte e ho pagato sempre. Naturalmente qui è d’uopo dire ” non è per i soldi” ed è vero ma se non avessi pagato mi sarei sentito un ambasciatore della mia città che, orgoglioso dei suoi concittadini, li fa conoscere in maniera diversa agli ospiti.

Meditate gente, meditate.

Il “docufilm”

Il “docufilm”

Ho assistito alla proiezione del “docufilm” su Segantini, la versione ridotta per la verità, perché la sera della seconda proiezione qualcosa non ha funzionato e i numerosi presenti hanno assistito ad una proiezione ridotta.
L’ho trovata banale ma ben fatta, senza mordente ma dolce, angosciante ma allegra, incompleta ma sufficiente.
Soprattutto un bel omaggio ad Arco e ai suoi posti. Ma Segantini era altro soprattutto come uomo oltre che come pittore. Ma l’avete letta la sua vita? Da “morto di fame” a vent’anni assurge alle alte vette della pittura e che fa? Fugge con l’amore, figlia eccome se figlia, vive da nababbo senza la vile pecunia, muore da solo in montagna. E chi non lo vorrebbe?
Leggetevi Raffaelle Calzini: il romanzo della montagna e scoprirete altri particolari di Giovanni.